© 2011-2018 by Gian Paolo Peroni. Ogni diritto sui contenuti del sito è riservato ai sensi della normativa vigente. La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione, totale o parziale, di tutto il materiale originale contenuto in questo sito (tra cui, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i testi, le immagini, le elaborazioni grafiche) sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta.

Vuoi sostenere il G.I.A.P. Roma?

clicca qui:

  • Grey Facebook Icon
  • Grey YouTube Icon
  • Grey Instagram Icon
  • Grey Twitter Icon
  • Grigio Google+ Icon
ISCRIVITI ALLA 
NOSTRA NEWSLETTER
1200x630bb.jpg
IMG_01832.jpg

I sogni lucidi

November 17, 2015

 

Un argomento interessante del quale si sente parlare, ma che per alcuni è ancora un fenomeno poco conosciuto, è quello dei “Sogni Lucidi”. Si parla di sogno lucido quando, durante la fase del sonno e quindi del sogno, si riesce a rimanere razionali e quindi coscienti di stare sognando. Questa lucidità e coscienza permettono al sognatore di intervenire sul sogno stesso, riuscendo a modificarlo a proprio piacimento. Questa esperienza di “navigazione cosciente” viene denominata ONIRONAUTICA, termine coniato dallo psichiatra Frederik van Eeden e riferito proprio a quei sognatori che lui definisce lucidi perchè in grado, con la dovuta pratica, di manipolare lucidamente e consciamente i propri sogni. Una tale capacità non può che affascinare ed incuriosire tanto che, persone di cultura new age, artisti e praticanti di più discipline tra cui l'occultismo, attratte dall'idea di poter creare sogni a loro piacimento si sono immersi nelle letture degli studi effettuati cercando di carpirne i segreti e le tecniche base. Del resto sembrerebbe, come affermato dallo psicofisiologo Stephen LaBerge che, il sogno lucido, aiuti ad affrontare meglio e con più sicurezza le proprie paure, aiuti ad aumentare la propria autostima, a stimolare ulteriormente la propria creatività fino ad ottenere una sorta di equilibrio interiore. Il sogno lucido però non è per tutti. Uno dei prerequisiti base da avere per poter affermare di essere in grado di fare sogni lucidi è, innanzitutto, la capacità al risveglio di ricordare ciò che si è sognato e, per essere sicuri che sia stato un sogno, in questo deve denotarsi una qualche situazione anomala o bizzarra che sicuramente nella realtà sarebbe impossibile ricreare come ad esempio fare semplici salti che incredibilmente ci fanno prendere il volo, infatti nel sogno la gravità agisce in modo innaturale. A questo proposito interessante è una tecnica di induzione mnemonica del sogno lucido (MILD) che consiste proprio nel coricarsi con l'intento di scovare e poi annotare al risveglio le anomalie vissute. Tale capacità la si può allenare e potenziare cercando di tenere un quaderno dove annotare il proprio sogno che, come credo voi tutti potete darmi conferma, solitamente è quello fatto poco prima di svegliarsi. Essendo il ricordo dei sogni molto veloce a svanire, questo appuntare deve essere fatto rapidamente appena svegli.

Una delle tecniche per confermare un sogno lucido può essere quella del metodo del controllo sulla realtà (RTC – Reality Control Test), si tratta di prestare attenzione a cose che nel sogno possono cambiare come ad esempio l'ora che, nella realtà ogni secondo è diversa mentre, nel sogno, potrebbe rimanere sempre la stessa o cambiare radicalmente dandoci il chiaro segnale che si sta sognando. A questa si possono aggiungere alcune tecniche di induzione al sogno lucido tra cui:

 

CAT ovvero Tecnica di adeguamento del ciclo, consiste nel calibrare il proprio ciclo di sonno in modo da aumentare le possibilità di restare vegli durante la sua ultima parte. La tecnica è semplice. Tutti noi abbiamo un orario in cui ci svegliamo affidato alle nostre fedeli sveglie, questo orario deve essere anticipato di 90 minuti e questo per un periodo di giorni abbastanza lungo tanto da abituarci al nuovo orario di levata senza sentire fatica, solo a questo punto si possono alternare i giorni di alzata con il vecchio orario a quelli con il nuovo. Il risultato dovrebbe portare ad un maggiore stato di veglia nel sonno nei giorni un cui la sveglia suoni al normale orario, ovvero 90 minuti dopo.

 

WBTB, induzione per risveglio e riaddormentamento, consiste nell'andare a dormire e svegliarsi 5 o 6 ore dopo, restare svegli un'ora cercando di concentrarsi sull'argomento sogno lucido magari consultando un libro che ne parli, rileggendo più volte questo articolo o magari più semplicemente pensandoci intensamente fino a tornare a dormire 60 minuti dopo col proposito di effettuare un MILD.

 

INDUZIONE tramite stimoli esterni, come l'ascolto di un nastro parlato con una frase tipo: “Questo è un sogno lucido” durante la fase REM, oppure stimoli acustici che, nel caso in cui si riesca a recepirli riuscendo ad interpretarli nel modo corretto, si potrà ottenere la lucidità nel sogno costringendo l'aspirante onironauta a porsi spontaneamente la verifica della percezione.

 

WILD, sogni lucidi iniziati da sveglio, questa tecnica consiste nell'iniziare il sogno "senza addormentarsi" ed è resa possibile rilassando completamente il corpo ma mantenendo la mente vigile e concentrata su di esso. Il sogno lucido può essere raggiunto passando attraverso vari stadi: è possibile avvertire delle scosse attraversare il proprio corpo, essere preda di una particolare paralisi del sonno (innocua ma talvolta terrificante), assistere alla materializzazione di particolari immagini ipnagogiche davanti ai propri occhi (chiusi), e successivamente ritrovarsi in un ambiente onirico passando quindi da "spettatore" ad "attore" della scena.

 

Non è raro che l'ambiente in cui ci si viene a ritrovare sia una riproduzione del luogo in cui ci si era appisolati: alcuni sostengono che siano vicini, o talvolta siano le stesse esperienze extracorporee come viaggi astrali ma tra questi e sogni lucidi ci sono delle divergenze e l'argomento andrebbe affrontato ed approfondito in un altro articolo, comunque per dare una prima giusta differenza basti pensare che nel viaggio astrale si vive un'esperienza di distacco dell'anima dal corpo “viaggiando” in un ambiente che rimane reale, mentre, come abbiamo letto, il sogno lucido lo si vive sempre in un ambiente surreale.

Nelle nostre GiapLive le domande più frequenti poste riguardavano proprio l'argomento dei sogni lucidi ed in questo articolo ho cercato di spiegare, nel modo più semplice, le tecniche e le conoscenze che scienziati e psicologi, con i loro studi e le loro esperienze, hanno divulgato per offrire a tutti la possibilità di intraprendere questo tipo di esperienza cercando tra i diversi metodi quello più pratico ed idoneo ad ognuno.

 

Please reload

Featured Posts

La misteriosa casa per i fantasmi

January 30, 2018

1/10
Please reload

Recent Posts

June 16, 2016

November 17, 2015