Castello di Monte Sant'Angelo

Mentre percorrevamo le sale del castello una sagoma fugace (forse incappucciata) passa davanti la termocamera dando solo il tempo di fare lo scatto qui presente prima di svanire completamente.

 

 

Dopo essersi sentito tirare l’orlo dei pantaloni e dopo esserci assicurati che dietro di lui non ci fosse nessuno, decidiamo di fare degli scatti con la termocamera in uno dei quali rimane impressa una sagoma alle spalle del componente del gruppo. 

 

Dopo aver sentito un forte calore pervadergli il collo fino all’orecchio durante un momento dell’indagine, appaiono inaspettatamente dei profondi graffi la cui origine rimane sconosciuta.